Il ruolo dell’istruzione in un mondo globalizzato

Il ruolo dell’istruzione in un mondo globalizzato
Il ruolo dell’istruzione in un mondo globalizzato

L’8 e il 9 maggio si è tenuta presso il Complesso di Santa Lucia a Bologna la conferenza “Global Citizenship Education: the role of Education in a Globalized World”, organizzata dall’Università Alma Mater Studiorum, in collaborazione con il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca e il Magna Charta Universitatum Observatory. L’evento si è tenuto sotto gli auspici della Presidenza Italiana del G7 e ha affrontato il tema del ruolo dei sistemi educativi nel promuovere la cittadinanza attiva e lo sviluppo educativo.


L’evento si inseriva nell’ottica dell’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile che invita tutti i Paesi a declinare i 17 obiettivi specifici dell’Agenda nella definizione e nell’attuazione delle politiche nazionali, in linea con i principi fondamentali racchiusi nelle cosiddette cinque "P": Persone, Pianeta, Prosperità, Pace, Partenariato.


L'istruzione ricopre un ruolo centrale per l’educazione alla cittadinanza globale, perché permette di promuovere modelli di sviluppo sostenibili, pacifici, tolleranti e inclusivi, rappresentando il primo strumento per il cambiamento. Promuovere l’educazione sostenibile significa lavorare sui valori, le conoscenze, le competenze e gli atteggiamenti di cui gli studenti hanno bisogno per affrontare le sfide sociali più urgenti, per rendere lo sviluppo sostenibile un obiettivo realizzabile.


La prima giornata della conferenza è stata dedicata alla scuola, con la partecipazione della Ministra dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca Valeria Fedeli, dei rappresentanti di Nazioni Unite, UNESCO, OCSE, e Commissione Europea. La giornata del 9 maggio, invece, Festa dell’Europa, è stata incentrata sulle università con la partecipazione di rappresentanti UNESCO e EUA, e con esperti provenienti da tutto il mondo.


10/05/2017