I giovani delegati del Youth 7 hanno presentato le loro proposte al G7

I giovani delegati del Youth 7 hanno presentato le loro proposte al G7
I giovani delegati del Youth 7 hanno presentato le loro proposte al G7

Dal 7 al 9 maggio si è tenuto a Roma il G7 Youth, organizzato dalla Young Ambassador Society come parte degli engagement group previsti nel calendario della Presidenza Italiana del G7.


L’incontro ha raccolto 32 giovani delegati provenienti dai paesi del G7 per una tre giorni di dialogo sul tema “Ripensare l’innovazione come catalizzatore per una crescita inclusiva, aperta e sostenibile” , in linea con uno dei tre pilastri della Presidenza Italiana del G7. Al termine dei lavori i delegati hanno consegnato il Comunicato Finale e hanno presentato le loro proposte all’ambasciatore Raffaele Trombetta, Sherpa italiano del G7, che ha evidenziato il sostegno della Presidenza verso le istanze delle giovani generazioni.


L’engagement group ha avuto il ruolo esclusivo di fare da ponte tra le istituzioni e le nuove generazioni. Per le ragazze e i ragazzi è stata una preziosa occasione per esprimere i loro punti di vista e le loro proposte. Durante l’evento, i delegati hanno discusso tre sotto-tematiche: l’innovazione nella produzione, il capitale basato sulla conoscenza e sulle infrastrutture abilitanti, il futuro del lavoro e i sistemi di welfare.


In relazione all’innovazione nel campo industriale, i giovani delegati hanno sottolineato l’importanza di sostenere un’economia guidata dai dati garantendo, allo stesso tempo, la protezione e il rafforzamento degli individui, raggiungendo una crescita sostenibile in linea con l’Agenda di Parigi, facilitando un ecosistema di startup dinamico e riducendo le barriere all’innovazione.


Per quanto riguarda l’argomento del capitale basato sulla conoscenzae le infrastrutture abilitanti, i delegati hanno evidenziato l’importanza, per i governi del G7 di promuovere l’alfabetizzazione nelle materie STEM, i sistemi di apprendimento personalizzato e l’adattabilità per tutto l’arco della vita, di costruire partnership pubbliche e private nei settori dell’educazione e di sostenere la formazione continua.


In riferimento al tema sul futuro del lavoro e dei sistemi di welfare, infine, il G7 Youth ha chiesto ai governi di diminuire le disuguaglianze garantendo che tutti i giovani abbiano uguale accesso all’occupazione, di migliorare i sistemi di welfare prendendo in considerazione le sfide che la transizione verso un’economia digitale impone, e di pensare alle riforme del sistema fiscale, riconoscendo l’ambiente in evoluzione del mercato del lavoro e l’aumento del fabbisogno di programmi di sostegno sociale come risultato dell’invecchiamento della popolazione.


Tags: 
11/05/2017