Il G7 Ambiente riafferma la cooperazione per proteggere il pianeta

Il G7 Ambiente riafferma la cooperazione per proteggere il pianeta
Il G7 Ambiente riafferma la cooperazione per proteggere il pianeta

L'incontro dei Ministri dell’Ambiente dei Paesi G7, svoltosi a Bologna l’11 e 12 giugno, si è concluso con l'adozione all’unanimità del Communiqué sulla tutela del pianeta. Il documento firmato dai Paesi G7 ha raccolto l’impegno di tutti sui temi dell’Agenda 2030, della finanza sostenibile, dell’economia circolare, dell’efficienza delle risorse, della protezione dei mari dai rifiuti, delle politiche fiscali ambientali e occupazionali, e dell’impegno verso l’Africa. I Ministri hanno adottato la “5-year Bologna roadmap”, che impegna i sette Paesi nei prossimi 5 anni a sviluppare e implementare azioni per migliorare l’efficienza delle risorse.


Il documento finale riflette inoltre il dialogo costruttivo e le posizioni dei Ministri dei Paesi G7 sui temi centrali del cambiamento climatico e del ruolo delle Banche Multilaterali di Sviluppo.


Alla Ministeriale hanno partecipato i ministri dell’Ambiente Gian Luca Galletti per l’Italia, Barbara Hendricks per la Germania, Nicolas Hulot per la Francia, Catherine McKenna per il Canada, Thérèse Coffey per il Regno Unito, Koichi Yamamoto per il Giappone, il direttore dell’EPA Scott Pruitt per gli USA,e i Commissari Ambiente e Clima dell’Unione Europea, Karmenu Vella e Miguel Arias Can͂ete. Oltre ai rappresentanti dei Paesi G7 ed Unione Europea, hanno preso parte alcuni ministri in rappresentanza dei paesi in via di sviluppo e meno sviluppati: Cile, Maldive, Etiopia e Ruanda.


13/06/2017