Le implicazioni dell’Industria 4.0 secondo l’OCSE: presentato a Roma il rapporto “The Next Production Revolution”

Le implicazioni dell’Industria 4.0 secondo l’Ocse
Le implicazioni dell’Industria 4.0 secondo l’Ocse

L’avanzamento delle tecnologie digitali ha avviato una nuova rivoluzione industriale che avrà implicazioni sulle politiche economiche dei governi e sul mercato del lavoro. Sulle conseguenze della digitalizzazione della produzione ha indagato l’OCSE (Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico) nel rapporto “The Next Production Revolution”, presentato il 10 maggio a Roma, nell’ambito della Presidenza Italiana del G7. All’evento hanno partecipato Teresa Bellanova, Viceministro dello Sviluppo Economico, Raffaele Trombetta, Sherpa del governo italiano per il G7 e G20, Gabriela Ramos, Capo di Gabinetto del Segretario Generale dell'OCSE e Sherpa al G20, Stefano Firpo, Direttore generale per la politica industriale del Ministero dello Sviluppo Economico e Andy Wyckoff, Direttore Scienze, Tecnologie e Innovazione dell’OCSE.


Il report dell’OCSE esplora tutte le più importanti tecnologie che stanno contribuendo alla prossima rivoluzione della produzione, fornendo alcune indicazioni per adattarsi ai progressi tecnologici. Dai sistemi digitali come la stampa 3D e la robotica avanzata, all’avvento di nuovi materiali e processi produttivi guidati dai dati, l’applicazione di queste innovazioni in tutti i settori produttivi implicherà profondi cambiamenti da qui al 2030 non solo sul mercato del lavoro, ma anche sull’ambiente, sulla distribuzione del reddito e sull’istruzione.


“Da un lato - ha sottolineato lo Sherpa italiano Raffaele Trombetta - i Governi del G7 si trovano dinanzi alla straordinaria opportunità di rendere l’innovazione una fonte di prosperità e benessere per tutti, a partire proprio dalle categorie meno integrate. Dall’altro, perché ciò accada, è indispensabile che alle politiche nazionali si affianchi un loro più incisivo coordinamento, così da estendere i benefici derivanti dall’innovazione a livello globale, con uno sforzo che tenda non solo ad includere tutte le aree geografiche, ma a proiettarsi anche su più generazioni”.


Lo Sherpa ha infine aggiunto che i temi del rapporto OCSE saranno al centro della G7 Innovation Week di Torino, prevista a fine settembre, durante la quale avranno luogo le Ministeriali Industria, Scienza, Lavoro ed una serie di rilevanti Side-event collegati.


11/05/2017